-10% per i nuovi iscritti alla newsletter. Spedizione gratuita a partire da 200 euro

Cambia la percezione della bellezza, e torniamo a stupirci.

 

Mi rendo conto che stupirsi è arte di pochi, o meglio, è un esercizio che andrebbe fatto quotidianamente. Questa circostanza che stiamo vivendo tutti, mi sta portando a riflettere molto su questa cosa.

Mi domando se sia vero che se vivi quotidianamente esperienze nuove, prima o poi la novità diverrà la tua quotidianità, e ciò ti impedirà di goderne veramente a fondo, di tutto quello stupore.

Noi italiani siamo sempre così; circondati quotidianamente da tanta bellezza, siamo arrivati a darla per scontata, a non notarla più, ma in questo periodo le cose sono cambiate.. questa situazione che stiamo vivendo tutti, ci sta dando la possibilità di osservare le cose da un punto di vista differente, e quello che possiamo fare è fermarci a riflettere, coglierne l’opportunità.

Che giorni strani, sospesi stiamo vivendo. Mi sveglio al mattino masticando sensazioni surreali, miste. Cercare il cielo in una stanza, guardare fuori dalla finestra la primavera che cambia, domandarsi perché, cercare una fine, essere obbligati ad annullare gli appuntamenti.

Da una parte il senso della disperazione, che bussa alla porta ogni giorno alle 18, con il gazzettino sui contagiati e i deceduti, il filo si speranza lo lasciano i guariti, ma ciò non basta a consolarci.

Dall’altra parte questo senso di gratitudine dato dall’essere obbligati a fermarsi, aver smesso di rincorrere scadenze, per concedersi il lusso di iniziare a camminare dentro se stessi a proprio ritmo.

Mi concentro su quello che posso fare io, al momento. Restare in casa, e guardare dentro e fuori, cercare la luce. Leggo libri, guardo film, ascolto musica nuova, riprendo in mano vecchi scritti, mi diletto in cucina, ascolto interviste. Guardo le foto della nostra Italia, e torno a stupirmi. 

Cerco in qualche modo di uscire da questo blocco interiore. Nulla è banale perché tutto è speciale. Dicono che la scrittura aiuti, quindi ci provo, cerco uno slancio, cerco bellezza per tornare a stupirmi.

Parto dalla prima cosa bella che mi viene in mente. Il mare.. quando finirà tutto questo, correrò al mare a vedere il tramonto. E voi? 

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati